Lorem Ipsn gravida nibh vel velit auctor aliquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit

FOLLOW ME

TWITTER GPLUS FACEBOOK BEHANCE PINTEREST

ESISTERE

Home  /  In Trends   /  ESISTERE

ESISTERE

Ci siamo impensieriti quando, dopo tre mesi di lavoro, i nostri clienti erano otto e il profilo Facebook ancora non ce lo avevamo.

Sembrava il racconto di una generazione passata, quando i clienti te li facevi col passaparola.

Un’agenzia che in parte si occupa di Social, senza i Social. Sembrava paradossale, ma non ha impensierito invece i nostri clienti. D’altronde, neanche Einaudi ha un profilo Facebook.

Dunque è da qui che siamo partiti coi nostri ragionamenti. Dal comprendere quanto realmente sia corretto l’assunto “Se non sei su Facebook, non esisti”.

Nel giro di dieci anni, Facebook è passato da essere un facilitatore di gossip universitario alla più grande mappatura della razza umana mai creata. Coerentemente a questa crescita, le regole del gioco sono in continuo mutamento. Se una volta Facebook era un annuario interattivo, oggi si è trasformato in un medium capace di racchiudere in sé informazione classica, advertising, marketing e narrazione personale e aziendale.

Quale era stato l’ultimo medium a fare lo stesso, rivoluzionando il mondo? La nostra risposta è semplice: la televisione. Quando pensiamo a Facebook, quindi, non possiamo che approcciarci alla piattaforma come veri e propri produttori televisivi di format.

Le grandi pagine Brand, infatti, utilizzano questa piattaforma creando canali tematici in cui inserire i contenuti più disparati e raggiungere engagement con visual, eventi, contest e discussioni in cui il prodotto diventa corollario portante di un mondo narrativo immediatamente riconoscibile e categorizzabile.

Per fare tutto ciò e ottenere dei risultati, però, sono necessari enormi investimenti. Grossi capitali di partenza, redazioni di professionisti, content creators full-time e altre figure necessarie a produrre e portare avanti quello che, più che un piano editoriale, potrebbe tranquillamente venire definito un palinsesto.

Pagine “storiche” hanno creato dal nulla realtà che oggi possono essere considerate Brand a tutti gli effetti. Brand che, in nessun caso, nascevano da un prodotto, quanto più da un concept coinvolgente o da un target molto ampio e estremamente attivo sui Social.

Essere presenti sui Social è indispensabile se fatto nella maniera corretta. Altrimenti si diventa invisibili. E a quel punto una comunicazione vintage, basata sul passaparola, ad esempio, non è da escludere. È necessario considerare la portata della propria audience, il territorio su cui si opera e una serie di altri fattori.

Se non sei su Facebook, forse non esisterai per qualcuno, ma parlerai con molta chiarezza ad altri.

Eugenio Damasio

No Panic, Project Manager

ph. Jason DeCaires Taylor, “Inertia”
COMMENTS
  • ottobre 11, 2017
    reply

    Hi, this is a comment.
    To get started with moderating, editing, and deleting comments, please visit the Comments screen in the dashboard.
    Commenter avatars come from Gravatar.

POST A COMMENT